Cunicolo Principale

Il cunicolo principale è stato concepito, a partire dal VI-V sec. a.C., come mezzo di recupero dell’acqua piovana infiltratasi all’interno del banco tufaceo e per trasferire alle fontane urbane quelle provenienti dalle sorgenti delle Grazie.

Il condotto principale della rete, lunga complessivamente circa 2000 m, dalla fontana ipogea di Piazza della Libertà giunge alla rocca e permette di leggere tutte le tracce di lavorazione e di installazione del cantiere per la sua realizzazione.

Al suo interno si conservano una successione di pozzi di luce per il recupero del materiale cavato, le controsoffittature della volta, recanti i segni delle cannucce e delle piccole centine impiegate per la messa in opera, e le aperture laterali di sfogo per l'acqua, in caso di superamento dei livelli di guardia.

Attualmente il percorso di visita inizia nella  fontana ipogea e termina, dopo un tragitto lungo circa 280 m, in prossimità del cosiddetto “Arco del Vascellaro” in corrispondenza dell’omonimo ipogeo

The tunnels of orte

The main tunnel was designed between the 6th and 5th century BC as a system to collect rainwater filtering through the tufa rock and the water and the water from the springs on the nearby Grazie hill, and convey it to the town fountains and cisterns.

The main conduit of the network is about 1,600 m long, and leads from the Underground Fountain in Piazza della Libertà to the Rocca area on the other end of the town. The tunnels show many signs of the construction process and of the worksites used for the excavation.

There is a series of vertical shafts for the removal of the excavation material, the false ceilings showing signs of river reeds and small twigs used to install them, and the lateral openings for draining off any excess water flow.

The tour currently starts from the Underground Fountain and, after a route about 280 m, ends at the underground chamber near the “Arco del Vascellaro” (Potter’s Arch).